12 Febbraio 2014
Redazione
CITTÀ E TRASPORTI
12 Febbraio 2014
Redazione

Obiettivo: Paese bike friendly

Venerdì 14 febbraio la Fiab organizza a Montecitorio un seminario sulla ciclabilità in Europa

La maggiore quantità di bici che si comprano e si vedono in giro (un milione 606 mila contro un milione 450 mila auto nel 2012) sono il frutto della crisi o di uno sguardo ambientalista alla viabilità? Qual è, in ambito biciclette, la legislazione europea e qual è, invece, l’approccio italiano? Servono leggi o serve soprattutto un cambio di mentalità?

Queste e molti altri quesiti - sempre in materia di biciclette, ciclisti, città intelligenti e mobilità sostenibile – verranno discussi in cerca delle migliori risposte venerdì 14 febbraio a Roma, a Montecitorio, presso la sala Mappamondo. Il seminario, che si intitola “La Ciclabilità in Europa: come rendere un Paese BikeFriendly”, è organizzato dalla FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, in collaborazione con Gruppo interparlamentare per la Mobilità Ciclistica e rappresenta un importante occasione di confronto su quanto di meglio c’è in Europa, in un momento in cui l’Italia affronta modifiche di norme e cambiamenti legislativi del codice della strada e della mobilità ciclistica.

Lo scambio di esperienze anche al di fuori dei confini nazionali è fondamentale e quanto mai necessario, per sviluppare una politica duratura in materia e raggiungere gli importanti obiettivi di spostamento modale, attraverso la definizione, per la prima volta nel nostro Paese, di una “Legge quadro per la Ciclabilità in Italia”, quale punto di riferimento univoco a livello nazionale.

Impegnata da tempo a colmare lo spread con L'Europa sul tema della ciclabilità e delle mobilità urbana -attraverso iniziative e proposte concrete di tipo informativo, istituzionale e di ricerca- FIAB ha invitato al seminario, tra gli altri, Frederik Depoortere, Dirigente Ciclabilità della Regione di Bruxelles, per condividere l’esperienza di ciclabilità avanzata attuata nella capitale belga.

Questo il programma dell’incontro:

ore 9.00 - Indirizzi di saluto Marina Sereni, Vice Presidente della Camera dei deputati Ignazio Marino, Sindaco di Roma Erasmo D’Angelis, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti

Intervento Introduttivo Giulietta Pagliaccio, Presidente FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta

ore 10.00 - Prima sessione: l’Europa Le esperienze dei Paesi europei a ciclabilità avanzata: da dove cominciare, quali le tappe di un processo di cambiamento, come affrontare il dissenso e le resistenze al cambiamento, come coordinare una politica nazionale per la mobilità ciclistica, come coinvolgere attori diversi per l’intermodalità, le campagne di promozione. A cura di Valerio Parigi - responsabile Ciclabilità e Mobilità urbana FIAB Con la partecipazione di Frederik Depoortere, dirigente Ciclabilità della Regione di Bruxelles

Interventi on. Antonio Decaro - Presentazione bozza legge quadro nazionale sulla mobilità ciclistica on. Diego De Lorenzis - Presentazione legge contrasto al furto

ore 11.30 - seconda sessione: l’Italia La politica, le leggi, le norme, i tecnici: il successo si conquista insieme. Un confronto tra esperti moderato dall’on. Paolo Gandolfi con la partecipazione di Enrico Chiarini - FIAB Edoardo Galatola - FIAB Alfredo Drufuca - Polinomia Matteo Dondè - libero professionista Sergio Dondolini - Ministero Infrastrutture e Trasporti Giuseppina Ferrannini - Ministero Infrastrutture e Trasporti Pierfrancesco Maran - Delegato ANCI Trasporto Pubblico Locale e Mobilità Andrea Colombo – Assessore Mobilità e Trasporti Comune di Bologna

**
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014