2 Gennaio 2013
Redazione
ENERGIA
2 Gennaio 2013
Redazione

Clini: “Un nuovo passo di semplificazione per le rinnovabili e verso l'efficienza energetica”

Procedimento concluso per i decreti su Conto Energia Termica e su Certificati Bianchi: dopo la firma del Ministro Clini la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

Il 28 dicembre 2012 un comunicato del Ministero dell’Ambiente ha annunciato l’approvazione dei decreti sul Conto Termico e sui Titoli di Efficienza Energetica (TEE), meglio noti come certificati bianchi.
Il primo comprende il riscaldamento a biomassa, le pompe di calore, il solare termico e il condizionamento a energia solare. Per quanto riguarda il secondo, vengono promossi gli investimenti per l’efficienza energetica e si stabilisce una nuova regolamentazione, sulla cui base sono previsti anche grandi progetti industriali e impianti di teleriscaldamento in aree metropolitane che potranno portare a un risparmio di energia oltre 35mila tonnellate di petrolio.
“Un nuovo passo di semplificazione per le rinnovabili e verso l'efficienza energetica, la riduzione dei consumi, il risparmio di risorse e la cosiddetta de-carbonizzazione dell' economia”. Così si è espresso il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini.
In seguito alla firma del Ministro, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale il "conto termico" preparato insieme con Corrado Passera (Sviluppo economico) e Mario Catania (Politiche agricole) che - attraverso un nuovo sistema di incentivazione - consente di dare impulso alla produzione di energia rinnovabile termica ed interventi di efficienza energetica per la pubblica amministrazione. Il provvedimento, tappa essenziale per raggiungere e superare gli obiettivi ambientali europei al 2020 e della nuova direttiva sull'efficienza energetica, si propone il duplice scopo di dare impulso alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili (biomassa, pompe di calore, pannelli scalda-acqua, condizionamento a energia solare) e di accelerare i progetti di riqualificazione energetica degli edifici. Oltre alle richieste di modifiche delle Regioni, nel testo definitivo sono state introdotte due novità importanti: l'innalzamento del limite di potenza incentivabile da 500 kW a 1 MW comporta l'istituzione di un registro; l'Autorità per l'energia elettrica e il gas (Aeeg) entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta dovrà definire una apposita tariffa speciale per l'energia elettrica asservita alle pompe di calore

Stesso percorso burocratico per il decreto interministeriale sui TEE, elaborato di concerto con il ministro dello Sviluppo economico. Sono stati fissati i nuovi target nazionali per il quadriennio 2013-2016 in termini di risparmio energetico per le aziende di distribuzione dell'energia elettrica e del gas (con oltre 50mila clienti). Le aziende di distribuzione dell’energia elettrica e del metano dovranno conseguire risparmi sui consumi finali dei loro clienti, oppure acquistare i titoli di efficienza energetica da chi ha ottenuto questi risparmi al posto loro. In questo modo la vendita dei certificati bianchi costituisce un incentivo di mercato agli investimenti, senza pesare sui conti pubblici.

**
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014